Volare con bambini

Ogni cento metri il mondo cambia

Volare a New York con neonati e bambini fino a 2 anni

Non avendo ancora bambini tutti miei, ho chiesto un pò in giro a bordo durante i voli presi negli ultimi anni verso la Grande Mela, e tutti i genitori hanno dato feedback diversi, ma la cosa più importante, a mio parere è stare sereni e vivere l’esperienza con i bambini in volo in maniera molto semplice e tranquilla. I bambini avvertono le vostre vibrazioni/sensazioni; dovete semplicemente trattarli come li trattereste a trattereste a casa. 

Ovviamente, è una sfida perchè il volo verso New York, è lungo, quindi meglio partire preparati ma soprattutto organizzati!

Quindi per chi ci si accinge a volare con i propri piccoli vi elenco alcune informazioni reperite come dicevo prima da interviste fatte a genitori a bordo dei miei voli e dai vari blog online di viaggiatori fai da te:

  • documenti: naturalmente organizzare documenti di identità, passaporto per il minore e relativo ESTA.
  • categorie/classi per i bambini: Infant da 0 a 23 mesi e Child da 2 ad 11 anni. In linea generale le varie compagnie si accordano su queste condizioni, naturalmente child ha bisogno del posto a sedere.
  • Infant (da 0 a 23 mesi): il bambino va tenuto in braccio per la durata del volo, ed in genere si pagano solo le tasse aeroportuali o alcune compagnie richiedono una piccola quota per i servizi di bordo per i lunghi voli).
  • Atterraggio/decollo/turbolenze: il genitore ha l’obbligo di tenere con sé il bambino in braccio con la cintura fornita dal personale di bordo gratuitamente, allacciata a quella del genitore.
  • limitazioni per volare: previa presenza di patologie fisiche, il bambino può viaggiare tranquillamente accompagnato da genitore anche fin dalla prima settimana di vita, alcune compagnie richiedono minimo di 15 giorni, ma naturalmente prima di prenotare un viaggio di lungo raggio come quello verso New York, è consigliabile contattare le compagnie aeree e controllare con loro le ultime regole aggiornate in materie di viaggio con minori, neonati.

 

  • seggiolino regolabile: è possibile richiederlo prima al momento della prenotazione. Il seggiolino per il bambino si fissa al sedile passeggero, adatto quindi fino ai bambini di 2 anni di età oppure è possibile richiedere la culletta per i neonati di età fino a sei mesi, la quale viene agganciata alle pareti dei posti in prima fila nella zona centrale del velivolo.
  • bagaglio: il bambino Infant ha diritto solito (ogni compagnia ha regole che possono cambiare) ad un bagaglio a mano fino a 10 kg mentre il Child dopo i 23 mesi, pagando l’importo intero del biglietto ha di solito uno sconto sul biglietto rispetto al genitore ed avrà diritto al posto a sedere e diritto di imbarcare anche il bagaglio da stiva.
  • passeggino: è possibile portarlo ma arrivati all’ingresso del velivolo dovrete ripiegarlo e lasciarlo al personale di bordo, che si prenderà cura di imbarcare lo stesso prima di chiudere i portelloni e vi verrà restituito al momento dell’atterraggio e dell’uscita dall’aereo. Per i controlli di sicurezza il passeggino verrà controllato a mano o se richiesto (a seconda dell’aeroporto) verrà fatto passare, piegato, sul rullo trasportatore.
  • prodotti per l’igiene del bambino: non oltre i 100 ml se li inserite nel bagaglio a mano altrimenti da mettere nel bagaglio da stiva. Valgono le stesse regole degli adulti in questo caso in materia di sicurezza in volo.
  • il cambio in aereo: gli spazi nel bagno dell’aereo sono super stretti ed anche l’igiene non sarà eccezionale. Il pannolino è possibile cambiarlo avvalendosi dell’aiuto del ripiano che c’è sopra la toilette nel bagno che potrete tranquillamente abbassare come vi mostrerà l’adesivo stesso all’interno. Consiglio di portare salviette usa e getta ed un telo per appoggiare il bambino e qualche sacchetto per gettare via il pannolino stesso nel vano rifiuti del bagno stesso.
  • pappa: limitatevi allo stretto necessario nel bagaglio a mano, i controlli sono spesso fiscali e non credo vogliate perdere ore al varco sicurezza, naturalmente avviatevi in aeroporto con largo anticipo rispetto a come facevate prima di aver messo al mondo il vostro splendido bambino! È consentito portare il necessario per nutrire il bambino (consiglio sempre di controllare il sito web delle varie compagnie aree e il sito nazionale dell’aviazione per gli aggiornamenti costanti) per l’intera durata del viaggio, quindi è possibile avere omogeneizzati, latte in polvere, merende, succhi, mentre eviterei l’acqua come sempre perchè è possibile acquistarla dopo i controlli di sicurezza senza problemi.
  • a bordo: il personale di bordo vi aiuterà a scaldare biberon di latte, o acqua per latte in polvere o qualsiasi necessità di cui abbiate bisogno.
  • menu (child): è possibile prenotare un menu per bambino al momento della prenotazione del vostro volo. Stessa operazione come se avete intenzione di prenotare cibo vegetariano, vegano o per particolari allergie.
  • prima del volo: ho visto tanti genitori farlo, e direi in maniera intelligente, tenete i bambini in movimento in modo da farli stancare e pronti ad un bel riposino durante il viaggio dopo il decollo ma non dimenticate di farli andare in bagno in aeroporto.
  • imbarco: la maggior parte delle volte le compagnie vi daranno accesso prioritario per garantire più tempo per prender posto e sistemarvi con i bambini.
  • a bordo: per i Child nei viaggi a lungo raggio ci sono i monitor come sempre dietro ogni sedile ed è possibile selezionare la sezione giovani con i cartoni animati e contenuti dedicati. Attenzione all’aria condizionata che è sempre molto bassa durante il volo, farà spesso freddo quindi assicuratevi di portare qualcosa per coprire i bambini in caso di necessità.
  • trasferimento aeroporto-hotel: se decidete di prendere un bus navetta o un taxi dall’aeroporto all’albergo è importante ricordare che è obbligatorio per legge avere un seggiolino per l’ auto. Io consiglio di contattare e prenotare prima del viaggio con largo anticipo le società di servizio navetta condivisa.
EnglishItalian