Dove Dormire

Ogni cento metri il mondo cambia

Come fare la mitica scelta dello scegliere l’alloggio a New York?

New York è una delle città più visitate ma naturalmente più care al mondo, specialmente quando si parla di turismo. I costi degli hotel, appartamenti, e b&b sono quasi sempre molto alti ma se sapete scavare ed avere pazienza si può anche risparmiare.
Dipende soprattutto dalla zona in cui decidete di alloggiare, ma ricordate sempre che stelle o i criteri igienici visti da noi Italiani sono spesso visti in maniera diversa persone di altre etnia, quindi fate attenzione a leggere le varie recensioni online o richiedere più fotografie prima di prenotare.

Credo che la maggior parte dei turisti vogliano sempre trovare il giusto compromesso qualità-prezzo quando si è in fase di prenotazione di un viaggio, sperando sempre di risparmiare il più possibile sul volo e sull’alloggio. Ho menzionato il giusto compromesso perchè se si cerca solo il risparmio si rischia di trovare un alloggio distante dalle attrazioni principali, lontano dalla subway e quindi implica camminare di più a piedi la sera al ritorno verso casa o semplicemente si rischia di trovare un alloggio con un igiene diverso rispetto a quello che di solito noi preferiamo; perchè in questi casi il risparmio andrebbe a scapito del sentirsi sicuri e/o confortevoli senza gustarsi la vacanza al 100%.

Ma organizzare un viaggio low cost a New York è fattibile, acquistare il volo con largo anticipo, co le giuste compagnie aeree e nei giusti periodi dell’anno e soprattutto bisogna aver pazienze nel cercare sul web le varie soluzioni di alloggio.
Ultimamente, si sta sviluppando molto il concetto di alloggio in appartamento grazie anche al mitico air bnb, una soluzione che conviene molto quando si tratta di famiglie le quali possono fiatare uno “studio”, il nostro monolocale ed avere tutto lo spazio per sé, oppure anche per il singolo o la coppia nel cercare una stanza privata all’interno di un appartamento in condivisione (unica pecca è il bagno in comune che non per tutti è accettabile, cosa piuttosto normale qui a New York e negli USA.

Come prenotare un Hotel a New York?

L’hotel è naturalmente la situazione più comoda in tutti i sensi, stanza sempre pulita, cambio biancheria ogni giorno colazione pronta e da non dimenticare il servizio front desk (reception) che vi sarà sempre d’aiuto per qualsiasi necessità specialmente se non siete molti forti con la lingua Inglese.
Io quasi sempre consiglio di utilizzare i siti di comparazione alberghiera che ci permettono di poter visualizzare sempre in tempo reale i differenti prezzi di
SkyScanner, KayakBookingExpedia, HotelTonight (utile se si prenota con pochi giorni di anticipo o il giorno stesso dell’arrivo, tra l’altro potete utilizzare questo link per ricevere $25 di sconto sulla vostra prossima prenotazione scaricando l’app), eccetera. I prezzi sono decisamente più competitivi, rispetto a quelli applicati online sul sito delle strutture alberghiere stesse e la cosa più utile di suddetti portali è il servizio clienti attivo quasi per tutti 24 ore su 24 che garantisce il massimo dell’affidabilità ed aiuto in qualsiasi situazione.

Molto importante naturalmente è la posizione dell’Hotel, spesso tutti vengono indirizzati in zona Times Square, ma ci sono tantissime altre zone dove poter alloggiare ed evitare il caos della mitica Times Square e risparmiare anche di parecchio; io ad esempio consiglio sempre ad amici e parenti di dare uno sguardo anche in Long Island City, ottima zona a due passi da Manhattan, a 10 minuti dalla stazione Grand Central Terminal, a ridosso del Queensboro Bridge, in pratica la vedete è dall’altre parte del fiume in Queens con una vista di Manhattan spettacolare. La cosa importante è la vicinanza alla Subway, e soprattutto le recensioni; controllate sempre le recensioni sui vari siti come Google, Yelp (molto utilizzato negli USA per tutto), Facebook e TripAdvisor.

Appartamento a New York, come e dove?

L’appartamento ha naturalmente dei pro e dei contro rispetto all’hotel; di base c’è il risparmio e magari la comodità di avere una cucina da poter utilizzare e cucinare qualche volta o poter preparare il pranzo da portare in borsa e poter quindi risparmiare qualche soldino, d’altro canto non essendo una struttura alberghiera ha dei comfort inferiori e dovete essere più attenti a determinate caratteristiche prima di prenotare.

Guardate bene:

  • Posizione, fondamentale capire la posizione dell’appartamento e la vicinanza con la Subway in modo da capire il cammino a piedi da fare, specialmente alla notte. Se avete l’indirizzo (non con airbnb) controllate anche la Street View con Google.
  • Caratteristiche, gli appartamenti spesso non rispecchiano quasi sempre i nostri standard, tendenzialmente piccolini e spesso diversi da come ci si aspetta. Importante anche chiedere il piano e se c’è l’ascensore, non vorrete salire ad un quinto piano in Chinatown con scale strettissime con i vostri bagagli??!!
  • Cucina, chiedere sempre o controllare nella descrizione se avete accesso alla cucina, a volte non è incluso.
  • Numero di inquilini e bagni, importante capire quante persone ci abitano all’interno e se ci sono uno o due bagni.
  • Recensioni, importantissimo dare sempre uno sguardo alle recensioni lasciate dai turisti che hanno alloggiato precedentemente presso la struttura selezionata.
  • Chiavi, chiedete conferma di come prendere e depositare le chiavi.
  • Chiave camera, chiedere conferma se la vostra camera ha una serratura o meno, nel caso in cui sia di importanza per voi lasciare i vostri oggetti personali all’interno.
  • Guests, chiedere s potete avere, se capita, un ospite a casa alla notte oppure se ci sono orari specifici per cui uscire o rientrare.

Prenotare un appartamento a New York non è così semplice come prenotare un hotel. Capita spesso infatti che gli annunci di affitti per le vacanze nascondano truffe di vario genere, o che le foto siano molto lontane dalla realtà. Meglio quindi affidarsi ad agenzie o siti web conosciuti.

Airbnb il top credo al momento per cercare stanze o case in tutto il mondo e naturalmente anche a New York City. Conoscerete tutti il portale, quello che consiglio è di controllare sempre lo status dell’host della casa, per maggiore sicurezza cercate coloro che sono Superhost ovvero degli host esperti, nonché dei veri e propri esempi per gli altri host, capaci di far trascorrere dei soggiorni straordinari ai propri ospiti. Quando un host ottiene lo stato di Superhost, vedrà apparire automaticamente nel suo annuncio e nel suo profilo un badge che consente agli altri di identificarlo.

HomeAway anche un ottimo sito ma di solito le case sono più care, io preferisco HomeAway se scegliete di fiatare una casa per un weekend fuori porta in zone fuori Manhattan, io amo andare in zona Pokonos.

Craiglist ottimo sito ma bisogna fare attenzione quando non si mastica bene l’inglese e soprattutto a non mandare mai soldi in anticipo perchè non avrete mai nessuna garanzia che l’alloggio esista davvero. io utilizzo spesso CraigList ma è diverso in quanto io posso constatare con i miei occhi e pagare di persona ciò che affitto o acquisto. Raccomando CraigList se si ha un amico che possa recarsi presso la stanza, appartamento cui siete interessati e verificare l’esistenza, lo stato e la veridicità del tutto. Ricordo che ci sono tante truffe su questo sito.

A coloro che piace l’avventura e la condivisione, ci sono gli Ostelli

Per chi vuole risparmiare di più ed ama l’avventura ed ha lo spirito di condivisione consiglio anche la soluzione Ostello.
Naturalmente anche gli Ostelli a New York sono più Carducci rispetto a quelli di molte altre città! Alloggiare in Ostello vi garantisce l’opportunità dello scambio diretto con diverse culture ed etnie, e quindi la possibilità di relazionarvi con persone totalmente diverse da qualsiasi altra parte del mondo ma naturalmente richiede una cosa fondamentale: spirito di adattamento.
La stanza sarà condivisa con estranei che come dicevo provenienti da posti del mondo che magari non avete mai sentito prima, no privacy, gente che entra e che esce dalla camera tornando ad orari diversi del giorno o della notte.
Il bagno è naturalmente condiviso, come le docce.

Per prenotare un ostello consiglio sempre i motori di ricerca classici come classici oppure i siti dedicati come hostels.com, hostelsworld.com e mi raccomando di controllare sempre recensioni e foto su Google, Yelp (molto utilizzato negli USA per tutto), Tripadvisor e sul sito di ricerca stesso.

Tra i più gettonati su social ci sono:

  • The Local NYC situato al 1302 44th Ave, Long Island City, NY 11101. Long Island City tra l’altro ottima zona che consiglio vivamente per alloggiare a ridosso del Queensboro bridge a due passi da Manhattan, in pratica la vedete è dall’altre parte del fiume in Queens.
  • Chelsea International Hostel situato in zona Chelsea al 251 West 20th Street, New York, NY 10010. Zona ottima e super centrale vicinissima a tutto in pratica; a pochi passi da tutto e se posso lasciare un commento ho personalmente visitato questo ostello per alcuni amici che si sono recati in vacanza ed è abbastanza come diciamo quì a New York, “cool”.
  • Be Local Chinatown al 24 James Street, Entrance A, New York City, NY 10038, zona super per visitare la Grande Mela, io abito a pochi blocchi da lì tempo fa in Division Street! La NY Chinatown è particolare ed ha le sue caratteristiche che la contraddistinguono da tutte le altre Chinatown degli Stati Uniti, ma posso garantirvi che sarete vicini a tutto.
  • NY Moore Hostel situato al 179 Moore St, Brooklyn, NY 11206, zona tranquilla e ben collegata con i mezzi pubblici.
  • HI NYC Hostel situato al 891 Amsterdam Avenue, Upper West Side, New York City, NY 10025, nella zona West Harlem, subito sopra l’Upper West Side tra la 103 e 104th Street ed ottima posizione anche perchè la Subway (fermata treno 1 rossa 103 St) è proprio lì ad un minuto.

Zona migliore per alloggiare?

In tanti mi chiedono quale sia la zona migliore per alloggiare nella Grande Mela. New York è sinonimo di metropoli, di caos, di persone sempre in giro avanti e indietro, business, shopping, affari, vacanze, food, party, insomma a New York c’è tutto, ecco perchè unica nel suo stile è denominata La Città che non dorme mai, “The City that never sleeps”.

La scelta della zona dove alloggiare per le proprie vacanze o per viverci non è sicuramente facile, anzi credo sia tra le cose più difficili nella Grande Mela. Stare in centro è sempre più comodo e permette di spostarsi più facilmente a piedi anche per raggiungere le numerose attrazioni. Prendere un albergo o una stanza in centro a Manhattan è più costoso, ma è comodo per gli spostamenti, e specialmente se preferite uno stile di vacanza più rilassato e preferite riposare durante il giorno e fare qualche pausa in Hotel.

Ma ci siamo mai chiesti quale è la zona centrale di Manhattan? Il concetto di centro è abbastanza “esteso”. La maggior parte delle agenzie turistiche e tour operator cercano sempre un alloggio per i propri clienti in zona Times Square, perchè? Certamente la favolosa TS (Times Square) è centralissima e splendida con tutti gli schermi e le immense luci ma non rappresenta l’unico centro di Manhattan. Io considero il Centro di Manhattan anche la zona a Sud, Downtown Manhattan del World Trade Center,centro finanziario e turistico dove ogni giorni si riversano milioni di persone, vicinissimo anche a Battery Park e ai Piers per i battelli che raggiungono Staten Island e naturalmente la gloriosa Statua della Libertà.
Oppure, Soho, o il West Village e Chelsea, zone magnifiche, molto ricche e pulite, frequentate dall’alta categoria di New Yorkers, zone in cui regna l’eleganza, l’architettura, la storia, che coprono stili differenti partendo dalle classiche home town nel Greenwich Village ai mitici Luxury Buildings sulle rive del fiume in stile moderno; sono quartieri molto adatti allo shopping, alle gallerie d’arte e a chi cerca ristoranti raffinati. Si tratta di zone piuttosto vicine a molte altre attrazioni della Downtown e Midtown Manhattan soprattuto ricche di fermate della Subway.
Korea Town molto gettonata e si risparmia qualcosina sugli hotel ed è a 45 secondi dall’Empire State Building!
Non dimentichiamo poi la zona East, volete un’esperienza più a dir poco caratteristica? Bisogna provare Chinatown, particolare ed unica nel suo stile, e soprattutto ben collegata con tutto e tutte le zone come ad esempio a pochi passi ci sono il Lower Est Side, East Village, oppure Little Italy e Soho, Tribeca, Financial District, South Seaport. Naturalmente poi, c’è tutta la zona di Midtown sia East che West che è sempre affollata e bella per alloggiare, che rappresenta il cuore frenetico di Manhattan.

Forse le zone dove si risparmia di più in Manhattan per alloggiare sono l’Upper East e l’Upper West, anche se io consiglio spesso di spostarsi in Queens o Brooklyn che hanno zone stupende dove poter alloggiare, passeggiare, visitare, mangiare, divertirsi e son ben collegate a Manhattan. Spesso si sente che sia pericoloso spostarsi fuori da Manhattan, please, non è per nulla vero, Manhattan, Queens, Brooklyn sono tutte zone sicure, naturalmente bisogna sempre fare attenzione a dove si va e in quali quartieri si va, e com ogni grande Città stare sempre vigili in determinate ore del giorno o della notte.
Il mio consiglio comunque è quello di cercare in Brooklyn, in zone come DumboWilliamsburg, Prospect Park, Brooklyn Heights (dove c’è una vista unica di Manhattan OMG), Park Slope, Carroll Gardens, oppure in Queens, in quartieri come Long Island City (diversa da Long Island, che è molto più lontana), SunnysideAstoria. 
L’aspetto fondamentale è quello di essere vicini a una fermata della metro. Tenete conto che la metropolitana funziona 24 ore su 24 e quindi non avrete problemi per gli spostamenti, anche se di notte le corse sono molto meno frequenti.

Trasferimento a New York? Come fittare un appartamento per 6 mesi o un anno?

La scelta è dura e naturalmente non si sa come fittare un appartamento in una città cosmopolita come New York e soprattutto se non si parla bene l’inglese. Nel nostro articolo dedicato e video, potremo capire i documenti necessari per poter fittare un appartamento e le condizioni necessarie per poterle ottenere, e soprattutto a chi rivolgersi.

EnglishItalian